default-logo

Il Festival e l’associazione MoliseCinema sono nati nel 2003 con l’intento di riportare il cinema nei piccoli paesi, in particolare in Molise, una regione italiana scarsamente servita da sale e strutture di fruizione. Il festival intende promuovere le più recenti e innovative produzioni del cinema italiano e internazionale, privilegiando i giovani autori e i nuovi linguaggi.

La settima edizione presenta un programma fitto e articolato, per sei giorni intensi e spettacolari di cinema e non solo. La sezione competitiva “Paesi in corto” ci offre una panoramica attualissima del mondo del cortometraggio internazionale, con molte anteprime europee e italiane, mentre “Percorsi” è il concorso dedicato ai titoli italiani. Così come “Frontiere”, il concorso per documentari, apre lo sguardo sul più recente cinema della realtà. I film in piazza, nella suggestiva arena notturna di Casacalenda, presentano una rassegna del più recente cinema italiano di qualità. Le proiezioni sono accompagnate da incontri con alcuni dei più attivi registi della scena italiana d’autore e indipendente: Giulio Manfredonia, Alessandro Piva, Vincenzo Marra, Gianfranco Pannone, Marco Simon Puccioni, Marco Amenta, Gianfranco Rosi…E poi Elio Germano, nuovo talento del cinema italiano, che si esibisce in un’inedita veste di musicista con il gruppo le “Bestie rare”.

La mostra sul cinema del grande Tony Vaccaro, insieme alla retrospettiva su Carlo Montuori, direttore della fotografia di Ladri di biciclette e del cinema neorealista, celebrano due grandi maestri molisani dell’immagine. Le finestre sul mondo rappresentate dal focus sulle migrazioni, dalla rassegna argentina curata dal festival di cinema indipendente di Mar del Plata, dal progetto “Camera mia” sui giovani del Mediterraneo, dall’iniziativa sull’Africa in collaborazione con Amref, promuovono il cinema come strumento di dialogo tra popoli e culture.

E infine una fitta serie di eventi al confine e oltre il cinema: la videoarte, presentata nella Galleria civica di arte contemporanea di Casacalenda e in altre sedi; i concerti ispirati ai temi musicali del grande cinema, le installazioni nel centro storico del paese promosse da Kalenarte, il blob d’autore di Manyg, i libri, gli “after festival” con video e musica e tanto altro ancora. E poi un’iniziativa per lanciare un grido d’allarme sui pericolosi tagli alla cultura e al cinema che si stanno verificando in Italia. Al termine del festival, partirà come di consueto Molise Cinema Tour che quest’anno tocca Lupara, San Giuliano di Puglia, Guglionesi…

http://2009.molisecinema.it/