default-logo
Tags / ,

Dal 30 marzo al 6 aprile 2019, la XVII edizione del BAFF – Busto Arsizio Film Festival. La kermesse organizzata da B.A. Film Factory, presieduta da Alessandro Munari e dal Comune di Busto Arsizio con l’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, e diretta da Steve Della Casa e Paola Poli.
Ospite d’eccezione della serata di apertura Enrico Vanzina, insignito del prestigioso Premio Platinum Dino Ceccuzzi all’eccellenza cinematografica in occasione dell’incontro pubblico dal titolo “Al Cinema che ha Fatto e che ha amato”.
Madrina e conduttrice della serata di apertura e di quella di premiazione Daniela Virgilio.
Tra gli appuntamenti importanti del festival l’omaggio a Max Croci “Max! Omaggio all’amico Regista Max Croci” per ricordare il grande appassionato di cinema, regista e docente prematuramente scomparso l’8 novembre 2018.

Per le anteprime del BAFF, tra i film non ancora usciti nelle sale cinematografiche troviamo: “Il Grande Salto” di Giorgio Tirabassi in anteprima assoluta, “Le Silence des Papillons” (Il silenzio delle farfalle) di Hamid Basket in anteprima europea, “Soledad” di Agustina Macri, “Drive me Home” di Simone Catania e “Bene ma non Benissimo” di Francesco Mandelli.
Mentre, in collaborazione con L’Ente dello Spettacolo, trovano posto i film “Qui È Ora” di Giorgio Horn e “Il Fattore Umano” di Giacomo Gatti.

Diverse anche le sezioni della manifestazione, dai documentari di “Effetto Cinema – Tra piccolo e grande schermo” ai corti della sezione “BAFF in Corto” per arrivare a “Made in Italy – Scuole 2019”, con la proiezione di sei titoli italiani della passata stagione cinematografica.
Infine a Luc Merenda, icona del cinema poliziesco italiano degli anni ’70, va il Premio Stracult del BAFF.

www.baff.it